12 December 2015

“Aisha”, per Teatro Sosta Urbana va in scena il dramma delle ragazze soldato

Sabato 12 dicembre alle 20.30 nella sala parrocchiale di Godia in via Genova n. 1.
Intenso e pluripremiato monologo di e con Aida Talliente nato da una
storia vera che diventa paradigma della condizione femminile in Africa

Il dramma delle ragazze soldato che diventa paradigma della condizione femminile in Africa. Ma anche uno lavoro sulla figura di Medea intesa come archetipo: donna sapiente sradicata dalla sua terra, concreta e mitica, per essere portata in un luogo senza centralità e umanità ed esserne poi bandita. Una Medea che nasce da un mare di carta stracciata, da rive abbandonate e da un deserto di macerie e immondizia.

Nato da una storia vera, già applaudito e pluripremiato spettacolo, torna per Teatro Sosta Urbana, sabato 12 dicembre alle 20.30 nella sala parrocchiale di Godia, l’ultima versione di “Aisha”, intenso monologo di e con Aida Talliente e con il disegno di luci realizzato da Luigi Biondi.

Primo premio al concorso “Dodici donne Lazio 2010” e al concorso di “Poesia, prosa e arti figurative A. Musco” di Messina, patrocinato da Amnesty Intenational, “Aisha” racconta la vera storia di un’ex ragazza soldato ivoriana. Una donna che, come tante purtroppo, è stata rapita dalle truppe ribelli durante la guerra del 2002. È lei, sola al centro del palcoscenico, a raccontare la “sua” Costa d’Avorio e a confessare il proprio dramma a una bambola-figlia costruita con la stessa immondizia da cui emerge. Aisha poi, come Medea, arriva a compiere l’infanticidio, come chi non è più soltanto vittima della violenza, ma ne diventa complice e partecipe.

Dopo il via con “Lenghe di glerie”, prosegue dunque Teatro Sosta Urbana, la rassegna di spettacoli nei quartieri cittadini giunta alla sua fortunata terza stagione e realizzata dal Teatro della Sete con il sostegno di Regione, Comune di Udine e Fondazione Crup.

Come ormai tradizione, al termine dello spettacolo di sabato 12, che sostiene “Ripartire” di Luisa Candotti, progetto di reinserimento e riavvio al lavoro per le ex ragazze soldato nelle città di Abidjan e Bouaké, è previsto un simpatico brindisi con gli attori. La biglietteria (posto unico 3 euro) aprirà nel luogo dello spettacolo (via Genova 1) un’ora prima dell’inizio, previsto, come ricordato, alle 20.30. Per informazioni: Teatro della Sete (3383007500 – teatrodellasete@gmail.com) o PuntoInforma del Comune (04321273717 – puntoinforma@comune.udine.it).

http://www.udin-e.it/aisha-per-tsu-va-in-scena-il-dramma-delle-ragazze-soldato/