14 March 2018

Calendidonna 2018 Ma le donne si intendono di informatica?

ore 18.00 auditorium aula T4 di palazzo di Toppo Wassermann, in via Gemona 92 a Udine
a cura di FIDAPA, Comune di Udine, Uniud

Alla provocatoria domanda saranno chiamati a rispondere Maggie Cardona, account manager di Sanmarco Informatica spa, Marco Comini, docente di informatica dell’Università di Udine, Federica degli Ivanissevich, public relations & communications manager di Insiel spa, Roberta Musina, docente di analisi matematica dell’Ateneo friulano, e Roberto Siagri, amministratore delegato di Eurotech spa.
L’incontro, moderato da Gea Arcella, presidente della sezione Fidapa Udine, e Renata Kodilja, delegata per le pari opportunità dell’Università di Udine.

«Negli ultimi anni – dice Renata Kodilja - il numero delle laureate all’università italiana risulta sistematicamente superiore, il 59% secondo dati Miur, a quello dei laureati. Eppure i corsi di laurea scientifici ancora registrano percentuali troppo basse di studentesse iscritte. Tra le cosiddette discipline Stem, ovvero scienze, tecnologia, ingegneria e matematica, infatti, le studentesse sono il 30% circa sul totale degli iscritti. Questa tavola rotonda, che si colloca nell’ambito delle celebrazioni dell’8 marzo, vuole proporre una riflessione sull’insieme dei fattori esogeni ed endogeni che ancora contribuiscono allescelte occupazionali delle donne. Verranno analizzati stereotipi culturali,convinzioni e aspettative che condizionano la scelta del corso di studi; ma anche stili educativi da un lato e opportunità professionali offerte dal mercato del lavoro dall’altro. Provocatoriamente ci chiediamo se le donne si intendono di informatica nell’intento di dimostrare che non ci sono “mestieri da donne” ma sono tutti mestieri da donne».